Ordine dei medici

News ed eventi
Leggi e normative
Aggiornamento professionale e ECM
Commissioni
Modulistica

Ricerca Iscritti
Area riservata
EBSCO e MediDrug
Biblioteca Scientifica Digitale online fulltext gratuito per gli iscritti all'ordine.
Ultime notizie
pubblicato il 06/02/2016

Linee guida radiologiche. Interviene la Fnomceo: “Sì al documento. Insieme ai radiologi contro il ricorso al Tar dei Tsrm”

La Federazione degli ordini dei medici scende in campo nel dibattito sulle linee guida dopo la richiesta delle Regioni al Ministro di ritirarle. “La responsabilità della gestione del percorso diagnostico-terapeutico sta in capo al medico-radiologo, a partire dal consenso informato, passando dalla sicurezza delle procedure, fino alle decisioni diagnostico-terapeutiche”. E poi a Lorenzin: “Prenda posizione a difesa del proprio decreto”.

 

05 FEB - Un “sì” forte alle linee guida sulla radiologia. Questo il pensiero della Fnomceo sull’aspro dibattito seguito alla richiesta delle Regioni al Ministero della Salute di ritirale il provvedimento già pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Ma la Federazione, oltre alle dichiarazione ha deciso di andare oltre “La Fnomceo si costituirà ad opponendum nel Ricorso intentato, presso il Tar del Lazio, dalla Federazione Nazionale dei Collegi Professionali dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica contro le Linee Guida del ministero della Salute “per le procedure inerenti le pratiche radiologiche clinicamente sperimentate”. Ha annunciato oggi il Comitato Centrale Fnomceo.
 
“Il ricorso della Federazione Nazionale dei Collegi Professionali dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica avverso le Linee Guida emanate dal ministero della Salute,  pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale n.261 del 9 novembre 2015, può minare la sicurezza e la qualità delle prestazioni in ambito radiologico – rileva la Fnomceo - . Questa Federazione sottolinea con forza come la responsabilità della gestione del percorso diagnostico-terapeutico sia in capo al medico-radiologo, a partire dal consenso informato, passando dalla sicurezza delle procedure, fino alle decisioni diagnostico-terapeutiche. Chiediamo al ministero della Salute una immediata presa di posizione a difesa di un proprio decreto, fortemente voluto per garantire qualità e sicurezza”.

 
La Fnomceo, nell’annunciare il “proprio intervento ad opponendum in sede di contenzioso amministrativo, mantiene comunque una posizione di apertura nei confronti delle professioni sanitarie, in una logica di collaborazione e di autonomia, nel rispetto delle competenze e con l’obiettivo di garantire qualità, sicurezza e tracciabilità, per la tutela della salute”.
 

05 febbraio 2016
© Riproduzione riservata

pubblicato il 05/02/2016

 

Chi può opporsi alla trasmissione dei dati

Può opporsi:

  • L’assistito

  • Le persone fiscalmente a carico come il coniuge o i figli (maggiori di 16 anni)

N.B. Si può chiedere anche la cancellazione delle singole spese se i dati sono stati già trasmessi.

Opposizione dal 1° gennaio 2016

Ci si può opporre alla trasmissione dei dati relativi alla singola prestazione al momento dell’erogazione della stessa chiedendo oralmente al medico o alla struttura sanitaria l’annotazione dell’opposizione sul documento fiscale. Il medico/la struttura sanitaria deve conservare l’informazione di tale opposizione.

Caso dello “scontrino parlante”

In caso di spese documentate per mezzo del c.d. “scontrino parlante” (scontrino emesso dalle farmacie) basta non comunicare al farmacista (o a chi emette lo scontrino) il proprio codice fiscale.

Opposizione in relazione al periodo compreso tra il 1° ottobre 2015 e il 31 gennaio 2016

In merito al periodo compreso tra il 1° ottobre 2015 e il 31 gennaio 2016, l’assistito può opporsi richiedendo all’Agenzia delle Entrate la cancellazione di una o più macro tipologie di spesa dal sistema TS telefonando:

  • da fisso al numero 848.800.444

  • da cellulare allo 0696668907

  • dall’estero al +39 0696668933

  • tramite posta elettronica all’indirizzo opposizioneutilizzospesesanitarie@agenziaentrate.it

  • recandosi direttamente presso gli uffici territoriali dell’Agenzia delle Entrate

Consultazione dell’elenco delle spese sanitarie

Dal 10 febbraio al 9 marzo del 2016 e, negli anni successivi, dal 1° al 28 febbraio, l’assistito può consultare l’elenco delle spese sanitarie trasmesse ( compresi i farmaci del c.d. “scontrino parlante”) riferite all’anno precedente (periodo di imposta di riferimento). Lo può esaminare accedendo al sito del Sistema TS tramite tessera sanitaria TS-CNS oppure utilizzando le credenziali Fisconline rilasciate dall’Agenzia delle Entrate sul sito dell’ Agenzia stessa.

Inoltre può opporsi alla messa a disposizione anche di singole spese richiedendone la cancellazione senza ritardo da parte del Sistema TS. 

Cancellazione dei dati dopo il trattamento

I dati trattati verranno cancellati entro l’anno successivo al periodo di riferimento. Solo quelli trattati dall’Agenzia delle Entrate per l’elaborazione del 730 precompilato sono sottoposti a procedura di storicizzazione, al fine di consentire le successive verifiche.

Aggregazione dei dati

L’Agenzia delle Entrate non può accedere al dettaglio delle singole spese sanitarie degli assistiti, ma solo a dati automaticamente aggregati da parte del Ministero dell’economia e delle finanze. Le spese dunque vengono aggregate in macro tipologie (ad es. ticket, farmaci, prestazioni specialistiche).

Quindi anche gli intermediari abilitati, quali Caf e professionisti, previa delega del contribuente, possono accedere unicamente al totale delle spese sanitarie detraibili.

Solamente l’assistito può consultare le voci relative alle singole spese, accedendo al sito web del Sistema TS.

 

pubblicato il 05/02/2016
Termine di scadenza per la presentazione delle domande: 4 marzo 2016 http://salute.regione.emilia-romagna.it/medicina-convenzionata/avvisi-e-moduli  (continua)
pubblicato il 04/02/2016
03 FEB - La lettera del presidente delle Regioni e dell’Emilia Romagna, Stefano Bonaccini inviata al ministro della Salute, Beatrice Lorenzin in cui si chiede il ritiro delle linee guida radiologiche non va giù all’Intersindacale Medica, veterinaria e sanitaria dell’Emilia Romagna (Anaao Assomed, Cimo, Aaroi-Emac, Fassid Area III(Aupi-Sinafo), Fassid Area IV (Aipac-Simet-Snr), Cisl Medici, Anpo-Ascoti-Fials Medici, Fesmed, FVM, Fp Cgil Medici) che esprime in una lettera  al governatore "il proprio dissenso riguardo la sorprendente avversione espressa dalla Regione Emilia Romagna nei confronti delle linee Guida per la radiologia, approvate dal Ministero della Salute, al punto da chiederne il ritiro”.   I camici bianchi lamentano “un pregiudizio negativo così categorico che ha creato sgomento e inquietudine in tutti quei medici quotidianamente impegnati a garantire assistenza appropriata e sicura ai pazienti (continua)
pubblicato il 04/02/2016
Quotidiano Sanità 3 febbraio 2016 Ordini e sindacati medici. Processo ai “Generali” La difesa della professione in un contesto economico-politico-sociale oggettivamente difficile, è indebolita da come essi sono, da come sono organizzati, dai generali che hanno, dai compensi che costoro ricevono, e ovviamente dalle loro inconcludenti battaglie (seconda parte)   03 FEB - Per comprendere i problemi del quadro dirigente dei medici partirei da una premessa, un  postulato e cinque presupposti   Premessa I medici sono una categoria con certe caratteristiche e proprietà medie quasi tipiche. Come categoria essi sono un insieme di individui con differenti caratteristiche della stessa proprietà (hanno tutti una particolare razionalità, condividono tutti più o meno un comune status, in genere sono ben educati, capiscono solo di medicina, non sanno cosa sia la complessità, masticano poco di politica), sono abituati a (continua)
pubblicato il 02/02/2016
Per maggiori informazioni sul Corso di Formazione Permanente presentato dalla Professoressa e diretto dla Prof. Grilli "Principi Alimentari naturali e sintetici nella prevenzione dei tumori e delle patologie ambientali" collegarsi al link del Corso qui sotto riportato:http://www.unibo.it/it/didattica/corsi-di-alta-formazione/2015-2016/principi-alimentari-naturali-e-sintetici-nella-prevenzione-dei-tumori-e-delle-patologie-ambientali-cod-9994-formazione-permanente (continua)
pubblicato il 01/02/2016
Doctors and Patients: History, Representation, Communication from Antiquity to the Present EDITED BY MARIA MALATESTA (continua)
pubblicato il 01/02/2016
In data 13 febbraio 2016 dalle ore 9.00 alle ore 13.30 si terrà un Convegno sul " SUPPORTO DELL'ODONTOIATRA NELLA DIAGNOSI PRECOCE DEL DIABETE" , presso il Novotel Bologna Fiera - Via Michelino, 73 in Bologna. Evento accreditato. Per le informazioni ed iscrizioni rivolgersi presso la segreteria organizzativa - ANDI BOLOGNA TELEFONO 051/543850 (continua)

Greenteam © 2012 | Privacy Policy